ricetta:

Stuzzichino italiano

ricetta in gara
La nostra Bandiera Italiana in tavola; un piccolo presentino di apertura, uno stuzzichino, un piccolo aperitivo magari accompagnato da un buon calice di franciacorta che vede negli ingredienti principali prodotti rappresentativi quali il pane, il parmigiano reggiano, il pomodoro ed il basilico. Uno stuzzichino bilanciato tra il sapore deciso del pomodorino confit, la croccantezza del crostino di pane, la delicatezza della crema al parmigiano reggiano e il profumo del basilico.
Ingredienti
5 persone calcoliamo 3 stuzzichini a testa ca. (tot. 15 stuzzichini)
- per la base il pane, anche avanzato dai giorni prima, 3 pezzi per ogni commensale – io consiglio il pane pugliese;
- per la crema al parmigiano reggiano 100 ml di latte. 200 ml di olio di semi di girasole (per un sapore più deciso stessa quantità di olio Evo), 20 g di parmigiano reggiano grattugiato meglio se oltre 24 mesi di stagionatura;
- 8-9 pomodorini datterino, tagliati a metà;
- basilico per guarnire il nostro stuzzichino;
Per il resto dosi qb riguardanti sale, zucchero, olio evo, aglio in camicia, rosmarino, timo.
Preparazione

Iniziamo dalla preparazione più lunga riguardante il pomodorino confit.

Accendiamo il forno statico a 100/110 gradi; copriamo la nostra teglia con carta forno e disponiamo i nostri pomodorini, precedentemente lavati, tagliati a metà ed andiamo a condirli con sale, zucchero, olio evo. Disponiamo inoltre in teglia qualche spicchio di aglio in camicia, rosmarino e timo, il tutto a piacimento (si potrebbe pensare anche a dell’origano, dell’alloro, della salvia…..).

A forno ormai scaldato inforniamo per circa 1H30min.

I pomodori dovranno candire, bisognerà controllare a occhio il livello di cottura.

A cottura ultimata mettiamo da parte i nostri pomodorini. Possiamo inserirli in una ciotolina coprendoli con i propri liquidi di cottura (possiamo conservarli più giorni) mentre sfruttiamo il calore del forno già acceso, alzandolo di qualche grado, per tostare il nostro pane (al quale possiamo dare la forma che preferiamo magari coppandolo – se otteniamo degli scarti possiamo riutilizzarli per altre preparazioni quali gnocchi di pane, pan grattato, polpette ecce ecc ecc…) che avremo leggermente unto con un filo di olio di semi di girasole. Basteranno dai 3 ai 5 min per ottenere una buona tostatura.

Controllare a vista.

Il pane non dovrà avere uno spessore troppo elevato (solo qualche mm) altrimenti potrebbe risultare fastidioso al morso oppure non bilanciato rispetto agli altri ingredienti).

Mentre le cotture in forno hanno bisogno solo di esser controllate a vista possiamo dedicarci a lavare il basilico ed a preparare la crema al parmigiano reggiano. In un bicchiere emulsioniamo con il minipinner il latte al quale andiamo ad aggiungere, a filo, l’olio di semi di girasole (per un sapore più deciso della base utilizzare l’olio evo in stessa quantità).

Una volta stabilizzata la crema aggiungere il parmigiano reggiano grattugiato e continuare ad emulsionare fino ad ottenere una crema omogenea. Inserire il composto in sac a poche e far riposare in frigorifero per una mezzoretta.

Possiamo completare la preparazione.

Disporre la crema per mezzo della sac a poche sul nostro crostino, aggiungere il pomodorino confit e guarnire con il basilico fresco. Consiglio? Assaggiare in un sol boccone! Buon appetito….

le altre ricette di Gero1985
PREPARAZIONE: 35 minuti
DIFFICOLTà: media
TEMA: Il piatto del riciclo
PREPARAZIONE: 1 ora e 20 minuti
DIFFICOLTà: media
TEMA: Il piatto delle feste
PREPARAZIONE: 35 minuti
DIFFICOLTà: media
TEMA: Il piatto delle feste
PREPARAZIONE: 25 minuti
DIFFICOLTà: media
TEMA: Il piatto del riciclo