stampa | chiudi

verdure_e_ortaggi

Caponata in sfoglia di pane carasau

Adoro la caponata, esistono tantissimi modi per prepararla, oggi la cuciniamo insieme con una semplice ricetta suggerita dalla carissima amica Amalia, una vera esperta se si parla di caponata.

Tempo di preparazione
2 ore e 30 min

Ingredienti:
Dosi per: 4 persone 1 cipolla 1 melanzana 2 pomodori olive verdi fori di capperi sale grosso (io ho usato il sale rosa) 2 gambe di sedano pinoli aceto bianco olio extravergine di oliva 1 cucchiaio di zucchero pane Carasau basilico

Preparazione:
Iniziamo la nostra caponata spuntando e tagliando le melanzane a cubetti, le riponiamo in un colapasta insieme a del sale grosso e le copriamo con un piatto per fare della pressione, permettendo alle melanzane di perdere la loro acqua amara. Lasciamo riposare per 60 minuti. Laviamo le coste di sedano, eliminiamo le foglie e i filamenti duri, li tagliamo a tocchetti e li friggiamo in olio extravergine a fuoco dolce. Tagliamo la cipolla in pezzi non troppo sottili, dividiamo a metà le olive e sminuzziamo i capperi. In una padella diversa da quella del prezzemolo facciamo soffriggere la cipolla per qualche minuto a fuoco dolce con olio extravergine di oliva, aggiungiamo olive e capperi. Tostiamo i pinoli in una terza padella, una volta pronti li aggiungiamo al soffritto di cipolle, olive e capperi, lasciamo cuocere per 15 minuti. Togliamo la pelle ai pomodori e tagliamoli in pezzi non troppo piccoli, aggiungiamoli al soffritto di cipolla e lasciamo cuocere a fuoco basso. In un’ altra padella soffriggiamo le melanzane con olio evo, quando le melanzane risultano ben rosolate uniamo tutti gli ingredienti in un’ unica padella. Mescoliamo molto bene per amalgamare tutti gli ingredienti, alziamo la fiamma, uniamo zucchero sciolto in mezzo bicchiere di Aceto e lasciamo cuocere a fuoco vivace per circa 15 minuti, fino a quando sarà completamente sparito l’odore di aceto. Servite la vostra caponata tra due sfoglie di pane Carasau e guarnite con foglie di basilico.

CUOCO:Laura Uberti
stampa | chiudi