stampa | chiudi

antipasti

Pasticcio di patate e porcini

I funghi ed in particolare i porcini sono tra i doni di maggior pregio dell’altipiano serlese; ecco perchè entrano con tanta frequenza nei piatti del Castello. Eccone qui una versione semplice ma di grande effetto, soprattutto con le patate di montagna.

Tempo di preparazione
1 ora

Ingredienti:

  • 5 patate bianche di media grossezza
  • 700 g di funghi porcini ben sodi
  • olio extra vergine del Garda
  • aglio
  • erba cipollina
  • prezzemolo tritato
  • pepe nero
  • sale
  • origano

Preparazione:

Lessate le patate con la buccia tenendole al dente, sbucciatele e affettatele con fette alte mezzo centimetro. Ungete di olio una teglia e adagiatevi uno strato di patate condendo abbondantemente con tutti gli aromi, olio sale e pepe. Sovrapponete uno strato di porcini tagliati di eguale spessore e condite allo stesso modo. Fate più strati terminando con le patate. Coprite alfine la teglia con la carta stagnola prima di metterla in forno così da riparare il composto dal calore diretto e nello stesso tempo di mantenere alla preparazione tutti i suoi preziosi profuni. Cuocete quindi in forno a 180 gradi per circa 20 minuti.

CUOCO:Lorena Sorsoli
VINO:Betella Franciacorta Millesimato

Ottenuto da uve raccolte in unica vendemmia sui vecchi vigneti, dove le profonde radici conferiscono complessità e mineralità spiccate. L’unione di uve Chardonnay e Pinot noir gli donano una spuma bianca evanescente, un perlage finissimo e persistente. Delicato bouquet di crosta di pane e mela renetta; sapore fresco, pieno, armonico, grande equilibrio acido-sapido e finale elegante.

Il sottile piacere della mineralità sostenuto dal finissimo perlage, manifesta classe ed eleganza che ben accompagna l’ingrediente nobile del piatto.

stampa | chiudi