stampa | chiudi

secondi

Baccalà, burrata, coste croccanti, polvere di alici

Il baccalà fa parte da secoli della tradizione gastronomica bresciana, in particolare di quella gardesana a lungo influenzata dalla dominazione della Serenissima. Proprio da noi per secoli il baccalà è stato alimento base per le popolazioni meno abbienti, mentre oggi è divenuto una pesce destinato anche ai palati più fini.

Tempo di preparazione
1 ora e 10 min

Ingredienti:

Ingredienti e dosi per 4 persone:

  • 800 gr baccalà alto spagnolo
  • 500 gr biete
  • 200 gr burrata
  • 150 gr latte
  • 10 filetti di alice

Preparazione:

Tagliare il baccalà a cubi della misura 4x4 e cuocere a vapore per 10 minuti oppure in acqua per 6 minuti Per la crema burrata: fare sciogliere a bagnomaria il latte e la burrata fino a raggiungere la densità di una crema Per le biete: tagliare a pezzettini le biete e cuocere in acqua salata per 3-4 minuti e scolare Per la polvere di alici: mettere in forno a 60° fino ad ottenere sbriciolandole una polvere Finitura: Adagiare le biete sul fondo del piatto appoggiarci sopra 3 pezzi di baccalà aggiungere la crema di burrata e spolverare il baccalà con la polvere di alici.

CUOCO:Roberto Mazzola
VINO:Brut Nature 2008

Un Franciacorta di carattere ma gentile al palato che ha riposato per almeno 30 mesi sui lieviti prima della sboccatura. Ottenuto da uve Chardonnay e Pinot nero, un perlage molto fine e un profumo ricco di sentori di frutta. Un vino di ottima consistenza e pastosità che regala un’esperienza sensoriale unica grazie al suo gusto di purezza totale.

Moderatamente vellutato con finale lungo ed appagante, aprirà le danze per un accostamento veramente speciale.

stampa | chiudi