stampa | chiudi

primi

Pizzoccheri caserecci con biete e cavolo verza al burro di malga, bitto stagionato della Valtellina e tartufo nero

Ricetta a cura del ristorante "Spirito Divino" di Comezzano Cizzago

Ingredienti:

Per la pasta:

  • 300 g di farina di grano saraceno
  • 200 g di farina bianca 00
  • 5 uova
  • 20 g di sale
  • 50 g di olio extravergine di oliva acqua

Per il condimento:

  • ½ cavolo verza
  • 8 foglie di biete  fresche
  • 200 g di burro di malga
  • 200 g di bitto stagionato
  • 100 g di casera fresco
  • sale e pepe nero in grani
  • tartufo nero a piacere
  • 1 filetto di acciuga salato
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • foglie di salvia fresca
  • olio extravergine di oliva

 

Preparazione:

Impastare gli ingredienti per la pasta, tirarla e tagliarla a losanghe non troppo piccole.
Pulire e lavare il cavolo verza e le biete e tagliarli a listarelle.
Scaldare un filo di olio in padella con il rosmarino, l’aglio e l’acciuga, aggiungere il tartufo nero tagliato e fettine e sfumare con un poco di acqua. Lasciare cuocere per 5 minuti.
Scaldare il burro e la salvia in una padella capiente.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata; a metà cottura aggiungere le verdure e terminare la cottura. Scolare ed unire al burro.
Iniziare a mantecate la pasta con il casera tagliato a cubetti e il bitto grattugiato al momento.
Aggiungere un poco di tartufo nero cotto e regolare di sale
Impiattare i pizzoccheri cospargendo con abbondante bitto, il rimanente tartufo e macinare del pepe nero fresco prima di servire.

CUOCO:Atlante bresciano del buongustaio 2009
VINO:

stampa | chiudi