Le fragole di Corte Breda

Corte Breda

Il fiore all’occhiello di Corte Breda sono le fragole, coltivate in un ettaro di serre con sistema idroponico tecnica innovativa di origine olandese. Il sistema “fuori suolo” prevede la coltivazione in sacchi di torba posti a circa un metro dal suolo. Un complesso sistema d’irrigazione e di concimazione attraversa ogni filare. In questo modo ogni singola piantina riceve l’acqua e i nutrimenti necessari per ottenere frutti di ottima qualità ed estremamente dolci. In questa maniera frutti non sono a diretto contatto con la terra e, pertanto, i rischi di attacchi da parte d’insetti si riducono notevolmente. Si riducono di conseguenza anche l’utilizzo di diserbanti e fitofarmaci, utilizzati con il contagocce. Il frutto, una volta raccolto, risulta privo di residui terrosi, pronto per essere sciacquato e gustato. Le fragole di stagione, coltivate da aprile a giugno e da agosto a novembre, sono composte al 90 per cento da acqua, risultando così uno dei frutti più magri in assoluto e ricchi di vitamina C. La particolare tecnica “Corte Breda” unisce le antiche regole romane, la capacità francese, dove le prime fragole come si conoscono oggi furono prodotte a partire dal XVIII secolo, e le innovazioni tecnologiche più moderne.

Corte Breda
via Fame, 2 Chiari
030713650
0307005686
www.cortebreda.it
Aderisce alle iniziative
della Coldiretti

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Cuocete la quinoa per circa 20 minuti in acqua leggermente salata, scolatela ...
Ingredienti di stagione, i porcini e le patate nuove, nel connubio ricco di s...
Ricetta a cura del ristorante "Afilod'acqua" di Sulzano
Cuocere le patate, e schiacciarle con la forchetta, grattugiare mezzo tartufo...
Eliminare torsoli e semi alle mele. Sbucciarne e affettarne 6, metterle in un...
Cuochi professionisti
Da Nadia
Miramonti l'altro
Gambero
Due colombe
San Marco
Ristorante Trattoria 1960
Carlo Magno
Il mirto dell'Hotel Parco della fonte
Seguici su