Il liquore al Genepì

Shanty Mae

La «Shanty Mae» di Sara Brognoli e del marito, Paolo Messali, e’ un’originale connubio di Franciacorta e Alta Val Camonica. Dopo un periodo di presenza nell’Ovest Bresciano, in quel di Coccaglio, la “Shanty Mae” si e’ recentemente trasferita all'interno del Parco dell'Adamello, nel comune di Saviore. Qui nel 2004, dopo due anni di intense lavoro, è cominciata la coltivazione di piccoli frutti e erbe officinali. Su tutte spicca l’arnica, erba medicinale con proprietà analgesiche, ma pure il mellito balsamico prodotto con miele biologico, un toccasana per i problemi di gola. Il vero fiore all’occhiello di “Shanty Mae” è pero il liquore al genepì: un alcolico corroborante, gradevolmente digestivo, ottenuto mettendo in infusione le piante di genepì che si raccolgono a oltre 2000 metri, in anfratti, zone rocciose e terreni aridi, difficili da raggiungere e ancor più da coltivare. Anche grazie a questa sua peculiarità, il liquore al genepì è un ottimo tonico digestivo, stimolante il sistema nervoso e di riflesso. Dal punto di vista del sapore, la presenza delle erbe dona al liquore «Shanti Mae» un piacevole e persistente retrogusto aromatico, che non diventa mai troppo invasivo per il palato.

Shanty Mae

Saviore dell'Adamello
località Fienili Mae
shantymae@alice.it
Partecipa alle iniziative dell’Unione agricoltori

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Un risotto al radicchio d'effetto frutto di pochi, semplici quanto decisivi a...
Preparazione classica che Marchesi rilegge con pochi ma essenziali tocchi per...
Un pesce tra i più presenti nelle carte dei ristoranti ed in qualche m...
Ricetta a cura del ristorante "Rigoletto" di Brescia
Cuochi professionisti
Bottega di Vittorio
Due angeli
San Marco
Lorenzaccio
Il mirto dell'Hotel Parco della fonte
Le Frise
Rigoletto
Villa Feltrinelli
Due colombe
Seguici su