Tagliolini di pasta fresca, tartara di gamberi e lime

  • Tipologia
    primi
  • Tempo di preparazione
    20 min
  • Difficoltà
    media

la semplicità che diventa piccolo capolavoro, con la peculiarità del contrasto di temperature che si sprigiona all' assaggio: la pasta mantecata calda, come la salsa, è in contrasto con il freddo del crudo di scampi ed offre un'ottima sensazione al palato.

INGREDIENTI

Per quattro persone

  • 300 g di tagliolini di pasta fresca

 

Per la salsa al burro bianco:

  • 125 g di scalogno a julienne
  • 300 g di vino bianco secco
  • 45 g di aceto di vino bianco
  • 500 g di burro

 

Per il battuto di gamberi rossi:

  • 16 gamberi rossi
  • 1 lime
  • 1 mazzo erba cipollina
  • 50 gr olio extravergine di oliva
  • Olive nere taggiasche
  • Capperi di Pantelleria
  • Olio extra vergine di oliva
  • Pepe bianco di mulinello
  • Fleur de sel
  • Salsa di crostacei
PREPARAZIONE

Unire il vino, gli scalogni e l’aceto di vino bianco in una casseruola e ridurre il tutto fino ad ottenere 50 g di succo concentrato.

A questo punto filtrare eliminando lo scalogno e montare con il burro molto freddo tagliato a cubetti. Conservare al caldo.

Pulire i gamberi eliminando la testa ed il filo intestinale,tritarli in modo grossolano e poi condirli con lime gratuggiato, capperi battuti al coltello, olive tritate, erba cipollina tagliata finemente, olio extra vergine, pepe e fleur de sel. Ultimare il piatto adagiando i gamberi alla base del piatto formando un disco di un centimetro di altezza.

Contemporaneamente lessare i tagliolini in abbondante acqua salata, scolarli e saltarli con la salsa al burro bianco preparata in precedenza. Adagiarli al centro del piatto sopra i gamberi battuti, irrorare il tutto con la salsa di crostacei e finire con del lime gratuggiato sulla sommità dei tagliolini.

CHEF
Miramonti l'altro
Franciacorta vini
Franciacorta Brut

Cuvèe di Chardonnay e Pinot Bianco dalle bollicine finissime. Si assaporano note fresche ma intense di agrumi mediterranei e frutti gialli croccanti: cedro, arancio, limone per poi avvertire aromi più netti muschio, mentuccia,  timo. Un Franciacorta pieno, austero senza mai perdere la sua innata eleganza e classe.

ABBINAMENTO ALLA RICETTA

Il piatto richiede un vino di pari intensità, con freschezza, mineralità, ricordi agrumati ed eleganza.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Cuocere le patate con la buccia ed a cottura impastare come un classico gnocc...
Il Fatulì è un formaggio raro e che ha rischiato di non essere ...
Preparazione a cura del Ristorante «Zafferano» di Manerba
Classicamente burrosa, come sulla costa mediterranea francese, questa lettura...
Alex e Nicola iniziano la loro settimana con una preparazione semplice, figli...
Cuochi professionisti
La mongolfiera dei sodi
Il labirinto
Villa Aurora
Albergo Rosa
La Madia
La tortuga
La Piazzetta
Leon d'oro
Seguici su