Rombo, funghi, patate, tartufo nero, vaniglia

  • Tipologia
    secondi
  • Tempo di preparazione
    1 ora e 20 min
  • Difficoltà
    media

Un piatto di apparente semplicità che però valorizza al meglio la qualità della materia prima con l’ausilio misurato del calore e l’abbinamento ricercato delle suadenze.

INGREDIENTI

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 rombo da 2 kg
  • 200 gr patate
  • mezza bacca di vaniglia
  • 50 gr di latte
  • 40 gr di burro
  • 1 noce di tartufo nero
  • 400 gr di funghi di stagione
  • prezzemolo fresco
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva del Garda
PREPARAZIONE

Per la purea di patate alla vaniglia: mettere in un pentolino il latte, il burro e la bacca di vaniglia, portare ad ebollizione e togliere dal fuoco. Cuocere le patate passarle al setaccio, aggiungere il latte filtrato. Regolare di sale e mettere da parte. Per i funghi di stagione: lavare accuratamente i funghi con acqua fredda, tagliarli e tribolarli con aglio, olio e prezzemolo precedentemente tritato Per il rombo: sfilettare il rombo e tagliare 8 tranci. Finitura: riscaldare sul fuoco una padella antiaderente, quando è bella calda aggiungere dell’olio extra vergine d’oliva del Garda e adagiarvi i tranci di rombo, salati e pepati dalla parte più bianca. Quando hanno preso colore, girarli e spegnere la fiamma. Stendere sui piatti la crema di patate appoggiarvi sopra i rombi e i funghi di stagione, terminare con delle lamelle di tartufo nero.

Franciacorta vini
Franciacorta Extrabrut millesimato 2008 "Boschedòr" DOCG

Composto da uve 50% pinot nero e 50% chardonnay, millesimato di colore giallo intenso, presenta un bouquet elegante, ricco con note speziate e di lieviti. Al palato si presenta importante, fresco e complesso.  Ottimo in abbinamento con primi piatti, carni bianche e pesce.

ABBINAMENTO ALLA RICETTA

Franciacorta dalla forte mineralità e dagli aromi decisamente speziati ed ampi, legati alla presenza importante del Pinot Nero; l’ampiezza dei profumi si accosta all’aroma del caviale e della salvia, la mineralità stempera la dolcezza della zucca per un risultato finale decisamente appagante.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
In acqua salata cuocere gli ziti; stenderli su un cannovaccio e lasciar raffr...
Il fegato grasso entra prepotentemente a segnare questo piatto, ma il carciof...
Ricetta a cura del ristorante "Il casolare" di Rodengo Saiano
Ricetta a cura del ristorante "Hosteria" di Brescia
Piatti di tradizione rivisitata grazie alla crema di mais, che il Taleggio le...
Cuochi professionisti
Castello di Serle
Villa Aurora
Leon d'oro
Villa Fiordaliso
Ristorante Capriccio
La Piazzetta
Il Gelso di San Martino
A filo d'acqua
Seguici su