Polenta con tartara di gamberi, bufala e calamari

  • Tipologia
    antipasti
  • Tempo di preparazione
    1 ora
  • Difficoltà
    facile

La polenta non è solo un contorno, ma pure la base di tante preparazioni. Come in questo caso dove il cubo giallo sorregge un gioco fresco di mare.

INGREDIENTI

La polenta:

  • 1 l d’acqua
  • 250 gr di polenta bramata
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • sale

 

Per la tartare di gamberi:

  • 800 gr di gamberi rossi di grande qualità
  • 2 cucchiai di olio extra
  • sale di cervia qb
  • scorza grattugiata di mezzo lime

 

Per la mozzarella

  • Una mozzarella di bufala da 250 gr

 

Per i calamari:

  • 400 gr di calamari
  • 2 cucchiai di olio extra
  • sale di Cervia
  • pepe nero macinato
  • la scorza di mezzo lime
PREPARAZIONE

Portare a bollore l'acqua con il sale e l'olio. Versare a pioggia la polenta rimestando continuamente e lasciar cuocere per 40 min (oppure procedimento classico).

Versare in un contenitore e lasciar raffreddare. Sformare tagliarne 4 rettangoli di alti 1 cm larghi 3 lunghi10.

Riscaldarlo mettere in forno per 4 min a 200°. Sgusciare pulire e tagliare a pezzetti grossolani i gamberi condire con gli altri ingredienti lasciar marinare qualche minuto.

Tagliare la mozzarella a cubetti e strizzarla tra le mani leggermente per farle perdere il liquido in eccesso.

Pulire e tagliare i calamari a rondelle condirli con sale e pepe e arrostirli su una piastra rovente per 1 minuto. Ritirarli e versarci l’olio addizionato di scorza di lime.

Finitura: Porre al centro del piatto la polenta ancora calda coprire prima con 50 gr di mozzarella, poi con i gamberi e infine con i calmari decorare con erbe aromatiche

CHEF
Leon d'oro
Franciacorta vini
NumeroZero Villa Crespia Franciacorta DOCG

NumeroZero Villa Crespia Franciacorta DOCG dosaggio zero è prodotto con uve chardonnay in purezza coltivate in terreni morenici di collina con clima mediterraneo che rappresentano la massima tipicità della Franciacorta. È il dosaggio zero, cioè senza aggiunta di liqueur alla sboccatura che segna la storia di Villa Crespia.

ABBINAMENTO ALLA RICETTA

Fiori d’arancio, cedro e anice al naso, in bocca è molto secco ma ricco, morbido, perfettamente bilanciato tra freschezza e pronunciata salinità.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Oggi propongo un piatto sfizioso con qualche ingrediente certo costoso (ma me...
Semplice, rapido e saporito: questo piatto di tradizione è figlio dell...
Accendere il forno a 200° C e foderare con carta oleata uno stampo a cerc...
Ricetta a cura del ristorante "Ortica" di Manerba
Ricetta a cura del ristorante "Quintessenza" di Moniga
Cuochi professionisti
Artigliere
Gaudio
Villa Aurora
A filo d'acqua
Ristorante Aquariva
La Rucola
Da Nadia
La tortuga
Capoborgo
Seguici su