Castrato cotto con fieno di monte

  • Tipologia
    secondi
  • Tempo di preparazione
    4 ore e 30 min
  • Difficoltà
    difficile

Il collo dell’ovino castrato è una parte grassa e particolarmente gustosa ed in questa preparazione non facile ma di grande soddisfazione, con più d’una cottura diversa, mostra tutto il suo storico valore: un sapore che arriva da un mondo, quello della pastorizia che da noi sta quasi scomparendo.

INGREDIENTI
  • 800 gr di collo disossato di castrato
  • 100 gr di cipolle stufate (circa 6 ore con una noce di burro e poca acqua)
  • 200 gr di fieno di monte (meglio se di maggio)
  • 1 lt di brodo vegetale
  • 200 ml di vino bianco secco
  • sale
  • pepe nero
  • bacche di ginepro

 

PREPARAZIONE

Rosolare la carne con extravergine e mettere da parte. In una casseruola mettere il brodo, il vino, le cipolle stufate e il fieno in un sacchetto di tela, portare ad ebollizione, aggiungere la carne e abbassare la fiamma.

Aggiungere pepe, sale e le bacche di ginepro pestate. Cuocere per circa tre ore con un coperchio a fiamma bassa; quindi togliere la carne e il sacchetto di fieno, estrarre il fieno e metterlo sulla carne coprendo il tutto con carta da forno formando un cartoccio. Cuocere in forno a 180 °C per circa 20 minuti.

Regolare la salsa e omogeneizzare con un mixer aggiungendo un filo di olio extravergine a crudo. Togliere la carne dal cartoccio, tagliare e servire nappando con la salsa.

CHEF
La Madia
Franciacorta vini
Curtefranca Rosso

Uva: Uvaggio di Cabernet- Merlot- Nebbiolo- Barbera
Vino: Rosso rubino con riflessi violacei. Vinoso. Leggermente erbaceo di medio corpo.
Consumare a temperatura di 16-18°

ABBINAMENTO ALLA RICETTA

L’aroma del fieno è piuttosto deciso; il Curtefranca Rosso tra i suoi aromi ha anche un fondo vegetale, che ben ricorda l’aroma del piatto; la carne succulenta cerca un vino di buona struttura e con la giusta tannicità, sufficiente per creare pulizia.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Ricetta a cura del ristorante "Hosteria" di Brescia
Soffriggere in un tegame con olio e scalogno, prezzemolo, acciuga. Unire il b...
Ricetta a cura del ristorante "Hosteria" di Brescia
Le cozze farcite, ripiene, persino legate una ad una sono tipiche della Pugli...
Cuochi professionisti
Villa Aurora
Castello di Serle
La mongolfiera dei sodi
Il Gelso di San Martino
Officina Cucina
La Piazzetta
Capoborgo
Relais Goumand
Seguici su