Cappesante, carciofi, mortadella e uovo di quaglia

  • Tipologia
    antipasti
  • Tempo di preparazione
    1 ora e 15 min
  • Difficoltà
    media

Conchiglie di pregio e mortadella, un accostamento inusuale tra cibi nobili e contadini, ricchi e poveri con un esito gradevolissimo.

INGREDIENTI

Per 4 persone:

  • 12 cappesante grosse
  • 6 carciofi medi
  • gr 150 olio extravergine di oliva
  • gr 200 mortadella pezzo intero
  • 4 uova di quaglia freschissime
  • sale e pepe quanto basta
PREPARAZIONE

Pulire i carciofi mantenendo solo il cuore tenero. Tagliare i cuori sottili e saltarli in un velo d'olio caldo in una padella bassa. In un'altra padella di spessore caldissima scottare la mortadella tagliata a cubi grossi.

Togliere i cubi e nell'unto della mortadella scottare le cappesante sui due lati. Aggiustare di sale e pepe.
In acqua bollente mettere per 2 minuti l'uovo di quaglia sgusciato avvolto nella pellicola.

Presentazione: in un piatto fondo mettere al centro i cariofi croccanti e sopra le cappesante, il cubo di mortadella; rifinite mettendo l'uovo di quaglia "sudato" sopra a tutto.

Franciacorta vini
Franciacorta millesimato 2006

Il nostro sommelier Gianluca Goatelli (miglior sommelier lombardo del 2012) ha scelto di abbinare a questo piatto tradizionale toscano un Franciacorta Millesimato dell’azienda agricola Cola Battista. É quello figlio della vendemmia 2006 che è stato degorgiato nel novembre del 2011 dopo ben 50 mesi di permanenza sui lieviti. É un vino 100% chardonnay (100% annata dichiarata) e ne sono state prodotte 3.000 bottiglie.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Mettere in una terrina il burro ridotto in crema, poi, poco alla volta, incor...
Unire il vino, gli scalogni e l’aceto di vino bianco in una casseruola ...
Versare in una brocca di plastica la frutta fresca, aggiungere lo zucchero, l...
Montare il burro con i tuorli. Unirvi le mandorle, la scorza di limone, lo zu...
Cuochi professionisti
Leon d'oro
San Marco
Castello Malvezzi
La Madia
Trattoria da Eva
Lorenzaccio
La Piazzetta
Seguici su