Monzio Compagnoni

Due cantine, due denominazioni, perfino due cognomi. Ma una sola anima produttiva, incarnata da Marcello Monzio Compagnoni, vignaiolo non per caso né per necessità ma per scelta di vita. In una delle zone più vocate della Franciacorta produciamo in totale 9 vini con estrema attenzione alla qualità.

I vini proposti:
Franciacorta Saten Docg Millesimato 2008

Giallo paglierino luminoso con spuma e perlage persistente. Al naso ha un ricco spettro di sentori, è avvolgente e quasi “soffice” senza alcuna stucchevolezza; si avvertono sensazioni di mela, biscotto e anice. Al gusto si rivela pieno, ricco e corposo; il tutto ben equilibrato da una base acida che consente alle sensazioni morbide un gran equilibrio.

Franciacorta Brut Docg Millesimato 2008

Giallo paglierino con leggero accenno verde, spuma abbondante e perlage di estrema finezza. A spiccare sono evidenti sentori di crosta di pane, di pasticceria e di frutta secca come la mandorla tostata. Le sensazioni in bocca sono fresche, acide ed equilibrate da una morbidezza gradevole unite a note di mela matura, che riempie ed accompagna a lungo il palato.

Curtefranca Bianco Doc Ronco della Seta 2010

Giallo paglierino con un bellissimo riflesso verde. Ha marcati sentori freschi, di fiori di campo, salvia, molto penetranti e persistenti uniti a più complessi aromi di frutta esotica matura. Ottima sensazione iniziale calda che si trasforma in una nota più fresca legata all'acidità pur mantenendo un buon equilibrio e un'ottima persistenza.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Squamare, filettare e spinare i coregoni (se non lo sapete fare - ma è...
Una pasta classica con il sapore intenso delle vongole veraci; ecco come prep...
Ricetta a cura del ristorante "Hosteria" di Brescia
La dolce laccatura al miele contrastata dall'acidità del lime rendono ...
Coniglio e porcini sono i primattori di questo piatto, ma anche la pasta &egr...
Cuochi professionisti
Villa Aurora
Zafferano
Il labirinto
La Colombera
La Rucola
Castello di Serle
Lorenzaccio
Capoborgo
Il mirto dell'Hotel Parco della fonte
Seguici su