Nostrano Cissva

Cissva

I prodotti del caseificio Cissva mantengono quel tipico sapore e l’inconfondibile profumo di montagna grazie al fatto che quasi tutti i capi di bestiame, d’estate, si portano sui pascoli di alta montagna. Lì, possono brucare erbe particolarmente pregiate e godere di aria buona e grande libertà di movimento: sono tutti fattori determinanti per il benessere degli animali, che in questo modo producono un latte molto più saporito. Le aziende della Cissva vanno da un minimo di quattro a un massimo di 180 animali per ogni stalla: il venti per cento degli allevatori va ancora in alpeggio direttamente in estate, anche con le vacche da latte, e il restante ottanta per cento le manda in malga insieme ad altri conduttori.
È così che nasce il formaggio Nostrano Cissva, che diventa sapido con il passare dei mesi e che possiede un inconfondibile consistenza granulosa e con riflessi dorati.
È un prodotto «nostrano», da consumare sulla graticola se giovane, oppure da scagliare nel momento in cui arriva a maturazione. Richiama al palato nel finale quel sentore tipicissimo ed un po’ amarognolo che è accolto con vero piacere dagli intenditori. La stagionatura va da un minimo di sei mesi per il tipo da tavola fino a un anno per quello da grattugiare.

È un prodotto Cissva
Lo potete trovare
presso il caseificio
a Capo di Ponte
e nei punti vendita
di Iseo, Pisogne ed Edolo
www.cissva.it

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
La marinatura delle carni di selvaggina per ridurre l’impatto del "selv...
L’alternanza delle consistenze d’uno stesso ingrediente, in quest...
Fate dei tagliolini impastando le farine, disposte al centro di una spianatoi...
Pulire tutte le verdure e tagliare a cubetti la carota e gli asparagi a becco...
Ricetta a cura del ristorante "Carlo Magno" di Collebeato
Cuochi professionisti
Ristorante Hosteria
Dispensa pani e vini
La grande limonaia del Lefay Resort
Gaudio
Villa Fiordaliso
Miramonti l'altro
La Rucola
Il mirto dell'Hotel Parco della fonte
Seguici su