Zuppetta di lenticchie umbre con l'astice

  • Tipologia
    antipasti
  • Tempo di preparazione
    40 min
  • Difficoltà
    facile

L'apporto dell'astice conferisce un tocco prezioso ad una perfetta zuppa di lenticchie, meglio se umbre, magari quelle piccole piccole e saporitissime di Castelluccio.

INGREDIENTI

Per 6 persone:

  • 1 cipolla
  • 2 carote a dadini
  • 100 gr di cotenna di maiale sbollentata
  • 2 costine di maiale
  • 300 gr di lenticchie
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • brodo di carne
  • 2 foglie di alloro
  • olio
  • sale e pepe
  • 3 astici
PREPARAZIONE

Ammorbidire (la sera prima) in acqua le lenticchie.

Sminuzzare le costine di maiale, tostarle con un abbondante olio. Mettere le cotenne tagliate a striscioline. Aggiungere la cipolla e le carote tagliate a bronoise e rosolarle. Aggiungere il concentrato di pomodoro e le lenticchie scolate. Coprire con il brodo e cuocere per circa un'ora e trenta minuti. Durante la cottura se necessario aggiungere del brodo e dell'olio d'oliva. Il risultato dovrà essere una zuppetta ne troppo asciutta ne troppo liquida.

Servire ben calda con un goccio d'olio extravergine d'oliva e una macinata di pepe nero.

Cuocere l'astice in abbondante acqua salata per circa 5 minuti. Eliminare il carapace e tagliarlo a tranci. Servirlo nella zuppa di lenticchie. Può essere accompagnata con crostoni di pane al burro.

Franciacorta vini
Franciacorta Rosè Brut

Chardonnay 45%, Pinot Nero 45% e Bianco 10%. Utilizzo di solo mosto fiore Fermentazione in vasca d'acciaio termoregolata, rifermentazione da luglio 2007 a luglio 2012. Dosaggio zuccherino di circa 8 grammi/litro. Colore rosa ramato. Sentori di canditi, petali di rosa, prugna, tabacco e zafferano Sapore ampio e avvolgente, finale cremoso e speziato.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Riunire in un caldaino sferico di rame non stagnato, le mandorle pestate a po...
Preparare la base per le crespelle unendo gli ingredienti e amalgamandoli con...
Cuocere le patate con la buccia ed a cottura impastare come un classico gnocc...
Un piatto di apparente semplicità che però valorizza al meglio ...
Ricetta a cura del ristorante "Carlo Magno" di Collebeato
Cuochi professionisti
Ristorante Capriccio
Lorenzaccio
Zafferano
La Rucola
Miramonti l'altro
Bottega di Vittorio
La Madia
Seguici su