Tagliolini di pasta fresca, tartara di gamberi e lime

  • Tipologia
    primi
  • Tempo di preparazione
    20 min
  • Difficoltà
    media

la semplicità che diventa piccolo capolavoro, con la peculiarità del contrasto di temperature che si sprigiona all' assaggio: la pasta mantecata calda, come la salsa, è in contrasto con il freddo del crudo di scampi ed offre un'ottima sensazione al palato.

INGREDIENTI

Per quattro persone

  • 300 g di tagliolini di pasta fresca

 

Per la salsa al burro bianco:

  • 125 g di scalogno a julienne
  • 300 g di vino bianco secco
  • 45 g di aceto di vino bianco
  • 500 g di burro

 

Per il battuto di gamberi rossi:

  • 16 gamberi rossi
  • 1 lime
  • 1 mazzo erba cipollina
  • 50 gr olio extravergine di oliva
  • Olive nere taggiasche
  • Capperi di Pantelleria
  • Olio extra vergine di oliva
  • Pepe bianco di mulinello
  • Fleur de sel
  • Salsa di crostacei
PREPARAZIONE

Unire il vino, gli scalogni e l’aceto di vino bianco in una casseruola e ridurre il tutto fino ad ottenere 50 g di succo concentrato.

A questo punto filtrare eliminando lo scalogno e montare con il burro molto freddo tagliato a cubetti. Conservare al caldo.

Pulire i gamberi eliminando la testa ed il filo intestinale,tritarli in modo grossolano e poi condirli con lime gratuggiato, capperi battuti al coltello, olive tritate, erba cipollina tagliata finemente, olio extra vergine, pepe e fleur de sel. Ultimare il piatto adagiando i gamberi alla base del piatto formando un disco di un centimetro di altezza.

Contemporaneamente lessare i tagliolini in abbondante acqua salata, scolarli e saltarli con la salsa al burro bianco preparata in precedenza. Adagiarli al centro del piatto sopra i gamberi battuti, irrorare il tutto con la salsa di crostacei e finire con del lime gratuggiato sulla sommità dei tagliolini.

CHEF
Miramonti l'altro
Franciacorta vini
Franciacorta Brut

Cuvèe di Chardonnay e Pinot Bianco dalle bollicine finissime. Si assaporano note fresche ma intense di agrumi mediterranei e frutti gialli croccanti: cedro, arancio, limone per poi avvertire aromi più netti muschio, mentuccia,  timo. Un Franciacorta pieno, austero senza mai perdere la sua innata eleganza e classe.

ABBINAMENTO ALLA RICETTA

Il piatto richiede un vino di pari intensità, con freschezza, mineralità, ricordi agrumati ed eleganza.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Impastare la farina, le uova, un pizzico di sale e una goccia d'olio. Lavorar...
Rosolare il carrè d’agnello in padella con un filo di olio extra...
Fare uno sciroppo mettendo sul fuoco con 3 cucchiai d’acqua, lo zuccher...
Mettete in una casseruola soltanto i tuorli delle uova con lo zucchero e amal...
Il coregone è pesce assai comune nelle acque dei nostri laghi e la pre...
Cuochi professionisti
Il labirinto
La tortuga
Speranzina
Leon d'oro
Ristorante Capriccio
A filo d'acqua
Il Gelso di San Martino
Le Frise
Seguici su