Sformato di spinaci con fonduta di formaggio Tremosine e code di gamberi

  • Tipologia
    antipasti
  • Tempo di preparazione
    30 min
  • Difficoltà
    media

Formaggio e crostacei è un binomio ancora tutto da esplorare, ma che in questa preparazione ben si completa con la presenza terrigna e forte degli spinaci.

INGREDIENTI

Ingredienti per 4 persone

Per lo sformato:

  • 500  gr. di spinaci
  • 1 uovo
  • 40 gr. di maizena
  • 65 gr. di latte intero
  • 115  gr. di panna
  • sale e pepe a piacere


Per la fonduta di formaggio:

  • 20 gr. di burro
  • 20 gr. di farina
  • 400 gr. di latte intero
  • 180 gr. di formaggio di Tremosine
  • sale e pepe a piacere

 

PREPARAZIONE

Dopo aver lavato gli spinaci adagiarli in un tegame basso e largo con un filo di olio e poco sale, a fuoco vivace tenendo mescolato e facendo asciugare l’acqua di cottura lasciata dagli spinaci.
Frullarli versarli in una ciotola capiente, aggiungere 1 uovo intero, la maizena passata da un colino il latte e la panna, regolare di sale e una leggera sgranata di pepe al mulinello.
Prima avrete imburrato degli stampini di domopac tipo crem caramel , versare il contenuto senza averlo mescolato molto nei contenitori stando leggermente più bassi del bordo e infornate a forno già caldo per 25 minuti a 125°.

Per la fonduta di formaggio:

Sciogliere il burro e stemperarvi la farina aggiungere il latte caldo il formaggio tagliato a dadini per facilitarne lo scioglimento, aggiustate di sale e pepe e tenete in caldo se possibile a bagnomaria.
Dopo avere tolto il carapace alle code di gambero salatele leggermente, un velo di olio extravergine e passatele in un po di pane grattugiato, adagiarle su un piatto che possa andare in forno.Cottura 3 minuti a 220°.

Presentazione

Stendere un velo di fonduta al formaggio sul fondo del piatto, capovolgere lo stampino con lo sformato di spinaci al centro  e aggiungere le code di gambero appoggiandole allo sformato, un leggero giro di olio e servire con crostoni di pane.

Franciacorta vini
Franciacorta Brut

Vinificato secondo il metodo classico da uve esclusivamente chardonnay, un piacevole Franciacorta dall’aroma fruttato, fresco e persistente al palato. Dal profumo d’acacia e di fiori di campo è invitante e delicato, degno accompagnamento per ogni portata.

ABBINAMENTO ALLA RICETTA

Tonalità fresche con sfumature vegetali e ricordi agrumati... Felice unione di questo antipasto.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Ricetta a cura della trattoria "Castello" di Serle
Ricetta a cura del ristorante "Enrico VIII" di Brescia
Piatto di tradizione, rinascimentale nella sua versione nobile e gardesano, d...
Cuochi professionisti
Bottega di Vittorio
Il Gelso di San Martino
Ristorante Aquariva
Officina Cucina
Speranzina
Hostaria Uva Rara
Castello Malvezzi
Seguici su