Primo sale, porcini, uovo e gelato al tartufo

  • Tipologia
    secondi
  • Tempo di preparazione
    4 ore e 30 min
  • Difficoltà
    media

Un formaggio racchiuso in una croccante panatura fa da supporto a porcini uovo all’occhio ed un gustosissimo gelato al tartufo in un gioco di piena creatività

INGREDIENTI

Per 4 persone:

  • 250 gr di Primo sale
  • 400 gr di polenta
  • 4 uova allevate a terra
  • 4 porcini medi
  • 1 dl. olio evo
  • 50 gr. burro
  • uno spicchio d’aglio
  • un rametto di prezzemolo
  • 2 tuorli
  • 360 gr di panna
  • 50 gr di pasta di tartufo
  • 100 gr di grana
  • 50 gr granella di nocciole
  • sale
  • pepe
PREPARAZIONE

Tagliare il Primo sale in 4 fette, impanarle con grana e arrostirlo in padella roventa col burro. Tagliare la polenta in 4 e scaldarla nella stessa padella con una noce di burro.

Tagliare i porcini a fette e rosolarle in 2 cucchiai di olio ed una noce burro, con lo spicchio d’aglio schiacciato e prezzemolo tritato, sale e pepe.

Confezionare una crema inglese salata con 2 tuorli, 210 gr di panna e 20 gr di grana grattugiato sale e pepe; portare a 85 °C, raffreddare e aggiungere 50 gr di pasta di tartufo bianco. Quando è fredda aggiungere 150 gr di panna semimontata ed altri 30 gr di grana, sale e pepe.

Porre a congelare per x 4 ore. Formare una pallina di gelato che poi passeremo nelle nocciole tritate.

Cuocere l’uovo all’occhio in padella con una noce di burro sale e pepe.

Riporre l’uovo sopra la fetta di polenta con un cucchiaio del suo burro, in parte mettere i porcini caldi sopra il formaggio ed al centro il gelato di tartufo.

Completare con lamelle di tartufo.

CHEF
Leon d'oro
Franciacorta vini
Franciacorta Extra Brut Francesco I°

Uve: Chardonnay, Pinot Bianco, Pinot Nero. Il mosto, ottenuto da leggera pressatura dei grappoli, fermenta in contenitori di acciaio inox e riposa fino alla messa in bottiglia per la presa di spuma. Solo dopo un periodo di affinamento di almeno 36 mesi con i propri lieviti le bottiglie vengono degorgiate.

ABBINAMENTO ALLA RICETTA

La grassezza dell’uovo, l’aroma dei porcini unito al gelato al tartufo e formaggio, meritavano un vino dove forza, avvolgenza e complessità fossero le caratteristiche salienti.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Ecco un secondo piatto non difficile da realizzare con una carne nobile adatt...
Lo stollen è forse il più tipico dolce natalizio dell'area tede...
Il freddo non solo come conservante ma anche come tecnica di preparazione per...
Sciogliere il burro senza farlo annerire e lasciarlo intiepidire. In una terr...
Ricetta a cura del ristorante "Esplanade" di Desenzano
Cuochi professionisti
Villa Calini
Carlo Magno
La Piazzetta
Lorenzaccio
Villa Feltrinelli
Bottega di Vittorio
Ristorante Aquariva
Seguici su