Pizzoccheri caserecci con biete e cavolo verza al burro di malga, bitto stagionato della Valtellina e tartufo nero

  • Tipologia
    primi
  • Tempo di preparazione
  • Difficoltà
    facile

Ricetta a cura del ristorante "Spirito Divino" di Comezzano Cizzago

INGREDIENTI

Per la pasta:

  • 300 g di farina di grano saraceno
  • 200 g di farina bianca 00
  • 5 uova
  • 20 g di sale
  • 50 g di olio extravergine di oliva acqua

Per il condimento:

  • ½ cavolo verza
  • 8 foglie di biete  fresche
  • 200 g di burro di malga
  • 200 g di bitto stagionato
  • 100 g di casera fresco
  • sale e pepe nero in grani
  • tartufo nero a piacere
  • 1 filetto di acciuga salato
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • foglie di salvia fresca
  • olio extravergine di oliva

 

PREPARAZIONE

Impastare gli ingredienti per la pasta, tirarla e tagliarla a losanghe non troppo piccole.
Pulire e lavare il cavolo verza e le biete e tagliarli a listarelle.
Scaldare un filo di olio in padella con il rosmarino, l’aglio e l’acciuga, aggiungere il tartufo nero tagliato e fettine e sfumare con un poco di acqua. Lasciare cuocere per 5 minuti.
Scaldare il burro e la salvia in una padella capiente.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata; a metà cottura aggiungere le verdure e terminare la cottura. Scolare ed unire al burro.
Iniziare a mantecate la pasta con il casera tagliato a cubetti e il bitto grattugiato al momento.
Aggiungere un poco di tartufo nero cotto e regolare di sale
Impiattare i pizzoccheri cospargendo con abbondante bitto, il rimanente tartufo e macinare del pepe nero fresco prima di servire.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Tritare al coltello molto finemente il salmerino, disporlo in una bowl e cond...
L’alternanza delle consistenze d’uno stesso ingrediente, in quest...
Versare in una terrina il latte, aggiungere zucchero e destrosio e mescolare ...
In una terrina montare a spuma i tuorli con lo zucchero e la scorza di limone...
Piatti di tradizione rivisitata grazie alla crema di mais, che il Taleggio le...
Cuochi professionisti
La Colombera
Ristorante Capriccio
Il mirto dell'Hotel Parco della fonte
Castello Malvezzi
Dispensa pani e vini
Ristorante Hosteria
Villa Calini
Capoborgo
Seguici su