Pappardelle al Bagoss con coniglio e funghi

  • Tipologia
    primi
  • Tempo di preparazione
    2 ore
  • Difficoltà
    media

Coniglio e porcini sono i primattori di questo piatto, ma anche la pasta è un degno comprimario visto che la tagliatella è realizzata con 2 strati baciati di sfoglia che racchiudono il Bagoss.

INGREDIENTI

Per 4 porzioni:

  • 80 g trombette
  • 20 g cipolla
  • aglio
  • 20 g burro
  • 300 g acqua
  • sale
  • Pasta fresca 400 g

Per la salsa:

  • 250 g cosce di coniglio
  • 10 g burro
  • timo
  • prezzemolo
  • vino rosso
  • pomodoro concassè
  • fondo di vitello
  • Bagoss
  • sale e pepe.
PREPARAZIONE

Per le trombette:

Stufate in una casseruola le cipolle tritate col burro e le trombette tagliate: quindi aggiungete l'acqua e continuate la cottura molto dolcemente, infine salate leggermente. Se fate la pasta da voi potete anche aromatizzarlo all'aglio dolce sbianchito per tre volte in acqua bollente e privato dell'anima. Altrimenti prendete la sfoglia gia fatta inumiditene una parte con un pennello bagnato d'acqua, grattugiate e cospargete uniformemente il formaggio Bagoss e accoppiate le sfoglie, ricavandone poi delle pappardelle non troppo alte e della larghezza d'un centimetro circa.


Per la salsa:

fate fondere il burro e rosolate la carne che avrete ricavato dalle parti del coniglio opportunamente disossate, salare e pepare alla fine. Eliminare il grasso, bagnare con il vino e lasciare evaporare, aggiungere il fondo di vitello, le trombette, lasciate cuocere. Cuocere le pappardelle in abbondante acqua salata, scolarle e versarle nella padella con la salsa. Mantecate, aggiungendo il pomodoro, il prezzemolo tritato fresco.

CHEF
Carlo Magno
Franciacorta vini
Franciacorta Satèn Brut 2007

Chardonnay 100% vinificate in carati di rovere. Giallo paglierino, chiaro e lucente di grande eleganza ripropone al gusto le stesse sensazioni olfattive di corpo e struttura vivacizzate da una lieve acidità. Accompagna tutto il pasto, dall'aperitivo ai formaggi; ideale con pesce e carni bianche. Servizio a 7-8°.

ABBINAMENTO ALLA RICETTA

Piatto saporito e aromatico, con la lieve tendenza amarognola legata ai funghi ed una buona grassezza; questo Satèn, il cui vino base è stato sapientemente evoluto in legno, ha la morbidezza ed al contempo la freschezza necessarie per esaltare il cibo.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Davvero intrigante questa verdura in salsa al cioccolato col tocco di terre l...
In una terrina unire la farina con il lievito, poi aggiungere 260 gr di zucch...
Carne con l'osso in una gustosa panatura accompagnata dal frutto invernale de...
Lo stollen è forse il più tipico dolce natalizio dell'area tede...
Versare in una brocca di plastica la frutta fresca, aggiungere gli zuccheri, ...
Cuochi professionisti
La grande limonaia del Lefay Resort
Ristorante Trattoria 1960
La Colombera
Due angeli
Gaudio
Artigliere
Il mirto dell'Hotel Parco della fonte
Da Nadia
Seguici su