Pappardelle al Bagoss con coniglio e funghi

  • Tipologia
    primi
  • Tempo di preparazione
    2 ore
  • Difficoltà
    media

Coniglio e porcini sono i primattori di questo piatto, ma anche la pasta è un degno comprimario visto che la tagliatella è realizzata con 2 strati baciati di sfoglia che racchiudono il Bagoss.

INGREDIENTI

Per 4 porzioni:

  • 80 g trombette
  • 20 g cipolla
  • aglio
  • 20 g burro
  • 300 g acqua
  • sale
  • Pasta fresca 400 g

Per la salsa:

  • 250 g cosce di coniglio
  • 10 g burro
  • timo
  • prezzemolo
  • vino rosso
  • pomodoro concassè
  • fondo di vitello
  • Bagoss
  • sale e pepe.
PREPARAZIONE

Per le trombette:

Stufate in una casseruola le cipolle tritate col burro e le trombette tagliate: quindi aggiungete l'acqua e continuate la cottura molto dolcemente, infine salate leggermente. Se fate la pasta da voi potete anche aromatizzarlo all'aglio dolce sbianchito per tre volte in acqua bollente e privato dell'anima. Altrimenti prendete la sfoglia gia fatta inumiditene una parte con un pennello bagnato d'acqua, grattugiate e cospargete uniformemente il formaggio Bagoss e accoppiate le sfoglie, ricavandone poi delle pappardelle non troppo alte e della larghezza d'un centimetro circa.


Per la salsa:

fate fondere il burro e rosolate la carne che avrete ricavato dalle parti del coniglio opportunamente disossate, salare e pepare alla fine. Eliminare il grasso, bagnare con il vino e lasciare evaporare, aggiungere il fondo di vitello, le trombette, lasciate cuocere. Cuocere le pappardelle in abbondante acqua salata, scolarle e versarle nella padella con la salsa. Mantecate, aggiungendo il pomodoro, il prezzemolo tritato fresco.

CHEF
Carlo Magno
Franciacorta vini
Franciacorta Satèn Brut 2007

Chardonnay 100% vinificate in carati di rovere. Giallo paglierino, chiaro e lucente di grande eleganza ripropone al gusto le stesse sensazioni olfattive di corpo e struttura vivacizzate da una lieve acidità. Accompagna tutto il pasto, dall'aperitivo ai formaggi; ideale con pesce e carni bianche. Servizio a 7-8°.

ABBINAMENTO ALLA RICETTA

Piatto saporito e aromatico, con la lieve tendenza amarognola legata ai funghi ed una buona grassezza; questo Satèn, il cui vino base è stato sapientemente evoluto in legno, ha la morbidezza ed al contempo la freschezza necessarie per esaltare il cibo.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Il Grana Padano e liquirizia, sono due amici... liquirizia e limone, due aman...
Al termine dei primi temporali di maggio - racconta la signora Maria Coppini,...
Un formato di pasta tipico della Puglia, molto noto ed amato; condito qui in ...
Ricetta a cura del ristorante "San Vitale" di Coccaglio
Ricetta a cura del ristorante "Miramonti l'Altro" di Concesio
Cuochi professionisti
La Madia
La Piazzetta
Ristorante Trattoria 1960
Ristorante Capriccio
Relais Goumand
Gaudio
Da Nadia
Bottega di Vittorio
Speranzina
Seguici su