Gnòc de la cùa

  • Tipologia
    primi
  • Tempo di preparazione
  • Difficoltà
    facile

Ricetta a cura del ristorante "La Cantina" di Esine

INGREDIENTI
  • 50 cl di latte
  • 400 g di pane raffermo
  • 250 g di perùc o spinaci lessati
  • 2 uova
  • 150 g di formaggio grattugiato
  • farina bianca quanto basta
  • sale e pepe
  • buon burro nostrano
  • salvia fresca
  • formaggio grattugiato
PREPARAZIONE

Lessate il perùc o gli spinaci in acqua salata, spezzettate il pane raffermo e fatelo ammorbidire per una notte nel latte; strizzatelo in modo da togliere il latte in eccedenza.
Togliete il pane dalla terrina e pestatelo sul tagliere con il coltello, poi unite il perùc o gli spinaci precedentemente lessati; volendo si possono passare al setaccio i due ingredienti.
Amalgamate bene il tutto nuovamente con il coltello, mettete il composto in una terrina e aggiungetevi due uova e il formaggio grattugiato; incorporate la farina bianca fino ad asciugare e legare il composto, in modo che il cucchiaio di legno che avete usato per mescolare l’impasto resti in piedi nello stesso. Aggiustate di sale e di pepe.
Fate bollire in una pentola abbastanza capiente dell’acqua salata e gettatevi a cucchiaiate il composto ottenuto (per questa operazione utilizzate due cucchiai da dessert): se l’impasto è giusto il gnocco ottenuto resta compatto e dopo qualche secondo viene a galla, se invece si sbriciola è necessario aggiungere ancora un po’ di farina bianca.
Gli gnocchi sono cotti dopo 3-4 minuti da quando cominciano a galleggiare.
Nel frattempo in un tegame preparate burro fuso e salvia, scolate gli gnocchi utilizzando il mestolo forato, coricateli sul piatto e condite con del buon formaggio e il burro fuso preparato in precedenza.

Ricerca la ricetta:
RICERCA PER TIPOLOGIA
Ricette professionisti
Impastare la farina, le uova, un pizzico di sale e una goccia d'olio. Lavorar...
Con il matterello tirare la pasta in una sfoglia rotonda di circa 3 millimetr...
Far bollire qualche minuto le mandorle, sbucciarle, asciugarle nel forno e pe...
Il Fatulì è un formaggio raro e che ha rischiato di non essere ...
"Salvaguardare la tradizione tornando all’essenziale": così Ricc...
Cuochi professionisti
A filo d'acqua
Trattoria da Eva
Albergo Rosa
Ristorante Aquariva
Capoborgo
Il mirto dell'Hotel Parco della fonte
Antica Cascina San Zago
Seguici su